Diario dal Fronte - Bianzino Consulente Finanziario di Banca Euromobiliare

Alessio Maria Bianzino
Consulente Finanziario a Vicenza
Menù
Vai ai contenuti

Il mondo post Corona virus

Bianzino Consulente Finanziario di Banca Euromobiliare


Mentre i mercati azionari proseguono a salire costantemente e a beneficiare degli ingenti flussi che le Banche Centrali stanno riversando sulle contrattazioni ho cercato di immaginare come sarà il mondo dopo aver superato questa pandemia anche dopo aver sentito svariati analisti.

 
Innanzi tutto bisogna premettere che il costo della copertura eur/$ in questi ultimi mesi è sceso da 3% a ben 0,8%, quindi è molto meno penalizzante.

 
Il mondo di sicuro sarà PIU’ INDEBITATO e quindi avremo maggiori tasse e quando ripartirà l’economia avremo anche inflazione. Anzi potrebbe essere proprio una crescita dell’inflazione a risolvere tutti i problemi di molti stati indebitati. Quindi la soluzione è un portafoglio obbligazionario con scadenze brevissime e legato a titoli inflation link.
 
Le economie di tutto il mondo avranno la presenza maggiore dello STATO e quindi assisteremo a maggiori nazionalizzazioni e maggiore regolamentazione per creare anche barriere virtuali all’ingresso. Si spera che tutto questo dirigismo si rivolga almeno, come sembra, verso investimenti di green economy.
 
Ne consegue che sarà un mondo MENO GLOBALIZZATO a causa del crescente protezionismo e populismo che porterà ad una rilocalizzazione di molte imprese e incentiverà l’automazione e i settori della robotica.
 
Ed infine, come abbiamo iniziato a vedere in questi ultimi mesi, sarà un mondo PIU’ DIGITALE che sarà pervasivo nei nostri comportamenti di tutti giorni introducendo come consuetudine il lavorare da casa e i pagamenti con la monetica. Tale fenomeno favorirà i settori azionari della tecnologia, della sicurezza ma anche tutto quello che riguarda la cura della persona a distanza in una nuova forma di sanità evoluta.
 
Ecco che appare chiaro il motivo per cui, analizzando le performance dei mercati azionari da inizio anno, due spiccano su tutti:
 
Il Nasdaq americano e la Borsa Cinese
 
Entrambe hanno al loro interno i germi dell’evoluzione del futuro con società dinamiche che si rivolgono ai nuovi “consumatori” del futuro.
 
 
Ed ora se si ritiene che questi saranno i motori dei prossimi mesi ed anni cosa fare?
Bisogna solo avere la pazienza e mettersi come il cinese seduto lungo l’argine del fiume ed aspettare che si presenti l’occasione di entrare forse aiutati dalle possibili trimestrali deludenti che cominciano da questa settimana ad uscire delle corporate americane.



Alessio Maria Bianzino
Consulente Finanziario P.Iva 04071650248 Corso Palladio 147, Vicenza 36100
Torna ai contenuti