Diario dal Fronte - Bianzino Consulente Finanziario di Banca Euromobiliare

Alessio Maria Bianzino
Consulente Finanziario a Vicenza
Menù
Vai ai contenuti

L’inflazione buona e quella cattiva come incide sull’oro

Bianzino Consulente Finanziario di Banca Euromobiliare
Pubblicato da Alessio in approfondimento · 20 Ottobre 2020
Tags: oroinflazionetipstassinominalitassireali
L’oro comunemente viene spacciato come una sorta di assicurazione e protezione del portafoglio azionario perché dovrebbe difendere in caso di momenti difficili sui mercati.
 
Nella realtà ultimamente si muove ad unisono con i mercati azionari e nel momento di massimo stress viene venduto perché gli operatori portano a casa i guadagni dove ci sono.
 
In passato, ho evidenziato che uno dei principali driver per l’oro sono i tassi reali d’interesse.
(ricordo la formula i= p+r o meglio il tx reale è il risultato della differenza fra il tasso nominale e l’inflazione).
 
I 3 grafici sotto ci fotografano questo ultimo mese da cui si evince che abbiamo avuto un rialzo dei tassi dei TBOND di ben 0.25!
 
E di conseguenza i TIPS, che sono i bond legati all’inflazione o meglio al tasso reale hanno cominciato a scendere ed anche l’oro è entrato in una fase di riflessione.
 




 
Queste sono le riflessioni degli addetti ai lavori ma in questo periodo storico l’oro, o meglio l’etf, è governato dalla moltitudine delle emozioni dei piccoli investitori che lo proseguono ad acquistare spinti da futuri lockdown o semplicemente da paura per una possibile situazione di stallo dopo le elezioni usa.
 
 
Ma è giusto fare una riflessione adesso a mente fredda e non condizionati dall’emotività di possibili situazioni.
 
L’oro è stato sempre sensibile al rialzo in caso di INFLAZIONE CATTIVA cioè quella generata da aumento delle commodities dei salari e dei prezzi in una economia ormai al limite e che stava per cadere in Stagflazione.
 
Adesso però potremmo avere una INFLAZIONE BUONA che cerca di risvegliare i prezzi in una economia ormai ferma attraverso le continue iniezioni delle Banche Centrali. In pratica questa volta i prezzi servirebbero per riaccendere il motore non per mettere la sesta marcia!
 
Spero di non esser stato troppo teorico ma i risvolti di questa differenza saranno molto pratici e li vedremo una volta passato il rumore della pandemia e delle elezioni usa.



Alessio Maria Bianzino
Consulente Finanziario P.Iva 04071650248 Corso Palladio 147, Vicenza 36100
Torna ai contenuti